martedì 13 settembre 2011

DREAMCATCHER


La leggenda del dream catcher (acchiappasogni) è una delle più belle e suggestive della mitologia indiana. Pare che questa leggenda abbia avuto origine nelle terre degli Oneida e poi si sia diffusa tra gli altri popoli nativi subendone variazioni e arricchimenti.


Appeso alla finestra l'acchiappasogni attende di afferrare un sogno per me, possibilmente grande ...

La tradizione vuole che il dreamcatcher venga costruito a forma di cerchio (l’eternità) con un ramo di salice piegato, rinforzato con cuoio, in cui viene intrecciata, con uno spago di cotone, la rete (della vita) che ricorda la ragnatela del ragno.
Il centro della rete può essere impreziosito con perline e denti di animale forte (simbolo di protezione), infine code di animali e piume di uccelli vengono legati all'estremità inferiore della rete. 
L’acchiappasogni viene appeso sopra il letto con lo scopo di filtrare i sogni: se si tratterà di sogni buoni li affiderà al filo di perline (le forze della natura) che li farà avverare, se li giudicherà cattivi li consegnerà alle piume di uccello che la mattina dopo li faranno portare via disperdendoli nei cieli …
Ancora oggi ogni volta che nasce un bambino, gli indiani costruiscono un dreamcatcher e lo appendono sopra la sua culla; gli indiani conservano il loro acchiappasogni per tutta la vita; con gli anni il suo potere si accresce e con esso anche la capacità di proteggere il suo possessore e realizzare i suoi sogni.


Un'amica mi aveva chiesto una collana che si abbinasse alle sue bellissime ballerine turchesi.
Mi è sempre piaciuto il dreamcatcher e ho provato ad ispirarmi ad esso per il mio gioiello.
La rete è in filo di rame nel quale ho intrappolato perline color turchese e bronzo.Al centro della rete c'è un disco di pasta di turchese e una decorazione in miyuki e conterie che disegna un quadrifoglio.
Un cubetto di pasta di turchese rappresenta l'unico elemento razionale dell'insieme.
Se è vero che è bello sognare e ancora di più realizzare i propri sogni, è altrettanto vero che i piedi bisogna averli ben saldi al terreno!I laccetti sono in camoscio, esattamente come le scarpe della mia amica.Credo di essere stata molto fortunata perchè mi pare che il colore del laccio azzurro sia proprio uguale a quello delle scarpe.
Al posto delle piume, che mi parevano poco sobrie, ho realizzato due tubetti a peyote.




Ultima chicca: sulla chiusura un pendente in bronzo con due ballerine.
Per danzare leggeri su un tappeto di sogni meravigliosi!



4 commenti:

  1. davvero bella!!! brava la mia Carla!!

    ...e poi lo sai che l'azzurro m'attizza :)))

    bacio :*

    RispondiElimina
  2. Sempre più brava... complimenti :-))
    (kappa_a)

    RispondiElimina
  3. ROSY
    Mai quanto te!! Grazie :)***

    RispondiElimina
  4. KAPPA
    Grazie!!! Questo mi incoraggia a proseguire :)

    RispondiElimina